Analisi Verona-Benevento 0-3: Hellas allo sbando, play-off a serio rischio

Il Verona è allo sbando. La sconfitta per 0-3, rimediata ieri al “Bentegodi” contro un Benevento solido ed organizzato, taglia le gambe alla già pericolante squadra di Grosso e segna il punto di non ritorno (l’ennesimo) di questa disgraziata stagione.

La squadra allestita in estate era, ai blocchi di partenza, tra le più accreditate alla pronta risalita in Serie A. Giocatori importanti per la cadetteria, panchina lunga e alternative di livello. C’era tutto per far bene e per dimenticare in fretta l’ultimo disastroso campionato targato Fusco-Pecchia, proprio tutto. Ciò che ha lasciato maggiormente perplessi, tifosi e addetti ai lavori, era sicuramente la scelta dell’allenatore.

La scelta di Grosso, soprattutto dopo l’esperienza Pecchia, è sembrata quantomeno azzardata. Un allenatore con poca esperienza e mai entrato veramente in empatia con la piazza. Un’idea di gioco basata su un possesso palla spesso e volentieri sterile, che nonostante interpreti di spessore per la categoria non ha mai portato lustro al Verona 2018/19, giocatori adattati a ruoli non propri, altri spacciati come grandi acquisti estivi usciti dai radar senza un apparente perché.

Nulla contro la persona sia chiaro, ma se si considera la situazione attuale, il Verona di Fabio Grosso è ancora aggrappato ai play-off anche e soprattutto per demeriti degli avversari. E questo non può essere sicuramente un fattore a favore del tecnico abruzzese. Certo non tutte le colpe si possono addossare ad un uomo solo. C’è la società, incapace di fare scelte coraggiose e soprattutto popolari, e ci sono soprattutto i giocatori. Perché troppo spesso ci si dimentica che in campo ci vanno loro, magari a volte fuori ruolo è vero, ma comunque i primi artefici del proprio destino.

Quindi che fare? Continuare così e sperare nei disastri degli altri o provare a salvare capra e cavoli? Da quanto appreso si andrà avanti con Grosso anche a Pescara, e se anche lì dovesse andar male ci sarà l’inevitabile cambio di rotta (probabile una soluzione interna). Ma ha davvero senso aspettare? Cosa si può guadagnare da una situazione simile? Ed intanto l’Hellas è sempre più lontano dalla sua gente, ed è questa la cosa che fa più preoccupare.

Leggi anche:

Verona-Benevento 0-3, Hellas in silenzio stampa: squadra in ritiro

Verona-Benevento 0-3: conferenza stampa Bucchi post partita

Verona-Benevento 0-3: Il Tabellino

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.