Calciomercato Verona, tutto su Stepinski: l’Hellas alza l’offerta ma per il Chievo ancora non basta

STEPINSKI VERONA – La vittoria di Lecce ha confermato che il Verona di Ivan Juric ha un’identità, un’anima e un’idea di gioco chiara e precisa. Il gruppo segue il proprio allenatore, dimostra carattere, un’ottima organizzazione difensiva (merce rara a Verona negli ultimi anni) e buone trame di gioco. Ma, soprattutto la partita di ieri, ha dimostrato che l’Hellas ha un disperato bisogno di un attaccante. Perchè salvarsi si può, ma la permanenza nella massima serie passerà necessariamente dai gol degli attaccanti.

Con Di Carmine ai box e Pazzini non al meglio, in queste due gare Juric si è inventato la mossa del “falso nuove”. Ma in questo ultimo giorno di calciomercato (la sessione chiude oggi alle ore 22.00, ndr) il direttore sportivo Tony D’Amico proverà a portare a casa il centravanti che tutta Verona aspetta. In cima alla lista dei desideri c’è ora il polacco del Chievo Mariusz Stepinski, in rotta con la società di Campedelli e desideroso di passare all’altra squadra di Verona.

Il Chievo, però, continua a fare muro. Le prime offerte dell’Hellas sono state rispedite al mittente perchè considerate non congrue. Nella giornata di oggi le cose potrebbero cambiare, ma la società di via Francia dovrà necessariamente alzare la proposta economica. Seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

Leggi anche: 

Lecce-Verona 0-1: le dichiarazioni di Silvestri nel post partita

Lecce-Verona 0-1: le dichiarazioni di Verre nel post partita

Lecce-Verona 0-1: conferenza stampa Juric post partita

Lecce-Verona 0-1: Risultato Finale

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.