Cremonese-Verona, Mandorlini a La Gazzetta dello Sport: “Allo Zini è dura per tutti”

Un destino beffardo quello capitato ad Andrea Mandorlini: esonerato dopo un pareggio al Bentegodi contro l’Hellas con una Cremonese a ridosso della zona play-off.

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Mandorlini non le manda a dire: “Avevamo tutto per far bene e raggiungere i play-off, ma c’è stata troppa fretta di cambiare. L’inesperienza e la poca conoscenza del direttore sportivo Rinaudo sono state evidenti. Avevo tante aspettative, volevo programmare un’altra Verona, peccato. In B ho fatto due promozioni e quasi l’80% di risultati positivi, con diversi capocannonieri: i numeri sono dalla mia parte”.

Continua Mandorlini: “In B ci sono stati diversi cambi, ma io guardo al mio caso. Serve più pazienza perché non si può giudicare un allenatore in pochi mesi. La partita dell’andata? Ero stato accolto bene dal pubblico del Bentegodi e avevo ringraziato i miei ragazzi per la grande partita. Poi l’esonero, veramente inaspettato. La partita di stasera? Il Verona ha più qualità, è la squadra più forte del campionato, con due grandi attaccanti come Di Carmine e Pazzini. La Cremonese, invece, deve fare risultato e in quello stadio è dura per tutti, soprattutto ora che i punti pesano di più”.

Sulla volata promozione: “Il Brescia gioca bene e ha continuità, il Palermo è più altalenante ma sembra aver brillantemente superato il periodo difficile dovuto ai problemi societari. Possono inserirsi anche Verona e Lecce, che a mio avviso gioca il calcio migliore”.

Leggi anche: 

Cremonese-Verona: quanti biglietti venduti per il settore ospiti?

Cremonese-Verona: i Convocati di Grosso (Serie B 2018-2019)

Cremonese-Verona: conferenza stampa Rastelli pre partita

Cremonese-Verona: conferenza stampa Grosso pre partita

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.