Favilli alla Gazzetta: “Attacco del Verona molto giovane, imparerò da Kalinic”

HELLAS VERONA – Il suo arrivo in riva all’Adige, il primo gol in maglia gialloblu e un campionato tutto da scoprire. Di questo e tanto altro ha parlato Andrea Favilli ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, la cui edizione odierna ha riservato uno spazio importante all’Hellas Verona del Presidente Setti.

“Il gol contro l’Udinese ha rappresentato una sorta di liberazione per me, – ha rivelato Favilli era arrivato il momento di segnare. Anche se forse pensavo in cuor mio che avrei impiegato più tempo, visto che ero arrivato da pochi giorni a Verona. All’Hellas ho trovato gruppo affiatato, un gruppo in parte rivoluzionato, ma con una grandissima voglia di lavorare.

Mister Juric? Lo conoscevo dai tempi di Genova e sapevo già cosa mi avrebbe atteso a Verona. Ma dopo due anni tribolati a Genova avevo bisogno di ritrovare me stesso. Mi serve questa intensità di lavoro che so di poter trovare a Verona. E il gruppo in gran parte nuovo è un fattore positivo per rendere più veloce l’adattamento al nuovo sistema di gioco e per l’apprendimento dei meccanismi che ci vengono chiesti.

Kalinic? Cercherò di imparare anche da lui, sono sempre stato molto curioso. Là davanti siamo anche molto giovani insieme con Colley e Salcedo, ognuno con le sue caratteristiche”.

Foto: hellasverona.it

Leggi anche:

Maurizio Setti alla Gazzetta: “L’obiettivo del Verona è rimanere in Serie A”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.