Hellas Verona, Stepinski: “Spero che il futuro possa essere migliore del passato”

Protagonista della rubrica “Distanti ma… comunicanti” in onda sul portale ufficiale dell’Hellas Verona è Mariusz Stepinski, attaccante polacco classe 1995 arrivato la scorsa estate dal Chievo Verona nell’ultima giornata di calciomercato.

Queste le sue principali dichiarazioni: “La mia stagione? Penso sempre che si possa fare meglio. Questo è il mio primo anno al Verona, adesso conosco bene l’ambiente e spero che il futuro possa essere migliore del passato. Il gol al Torino? E’ stato bellissimo, lo stadio era bello caldo ed è stato emozionante. Recuperare da 0-3 a 3-3 è stato fantastico. Tra l’altro è stato il mio primo gol con l’Hellas, ha avuto un sapore particolare. Il boato della Sud? Mi ha emozionato tanto, rimonte così accadono di rado“.

Continua Stepinski: “Per fare l’attaccate serve molta fiducia in sè stessi. Il rapporto con i compagni? Quest’anno abbiamo un gruppo veramente forte. Tutte le cose buone fatte quest’anno sono state fatte da gruppo vero. Il segreto della mia esultanza? Mio fratello l’ha inventata, è una nostra esultanza. Verona? Città che adoro, sto benissimo qui. Quando è arrivata la proposta dell’Hellas non ci ho pensato due volte. Rimanere a Verona è stata la cosa più importante per me“.

Battute conclusive: “Gli obiettivi di un attaccante devono essere due: aiutare la squadra e fare gol. Le mie iniziative di benificenza? Tre anni fa abbiamo iniziato ad aiutare i bambini in Polonia. Aiutiamo i ragazzi ad approcciare al gioco del calcio, aoprattutto chi non ha le possibilità di farlo“.

Foto: veronasera.it

Leggi anche:

Hellas Verona, primi allenamenti individuali a Peschiera (Video 8 maggio 2020)

Quanti soldi perderebbe l’Hellas Verona se non ripartisse la Serie A?

Calciomercato Verona, l’Agente di Faraoni: “Piace al Napoli”