Hellas Verona, Tim Parks: “Bisogna godersi questo momento meraviglioso”

Tim Parks, scrittore di fama internazionale e grande tifoso dell’Hellas Verona, ha parlato in esclusiva a La Gazzetta dello Sport in merito alla splendida vittoria ottenuta dagli scaligeri sabato contro la Juventus e alla sua fede gialloblù.

Queste le sue principali dichiarazioni: “Tornerò presto al Bentegodi. Sabato ero a cena con delle persone, cercavo di guardarla come potevo. Credo sia accaduto qualcosa di talmente incredibile da essere persino irreale. L’Hellas che vince contro la Juve è già un fatto raro, ma se ci mettiamo che a risolvere la sfida è stato un rigore assegnato a favore del Verona a pochi minuti dalla fine contro di “loro”…“.

Continua Parks: “Verona sesto in classifica? Meglio che non ci pensi. Il problema è che il pallone stravolge la vita quotidiana. Organizzi tutto attorno a quello. L’attesa per la partita, la preparazione per la trasferta della domenica, o del sabato e di chissà quale altro giorno, ormai. È una dipendenza. Se la squadra va bene sei elettrizzato, se va male sei distrutto“.

Su Juric: “Mi piace questa sua espressione seria, il coraggio con cui porta avanti le proprie idee. Mi dicono che abbia letto “Guerra e Pace” e altri classici russi. Non male per un uomo di calcio. Cosa significa tifare Hellas? Se sei del Verona sai che devi soffrire. Per questo bisogna godersi questo momento meraviglioso. Prima o dopo finirà, è inevitabile, ma intanto lasciate che me lo gusti“.

Leggi anche:

Tifosi dell’Hellas Verona in trasferta a Udine in maschera

Udinese-Verona, Nicolas: “Hellas carico, ma vogliamo vincere!”

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.