Kevin Lasagna in conferenza stampa: “Voglio rimanere a Verona per ritrovare la Nazionale”

HELLAS VERONA – Protagonista della conferenza stampa odierna, Kevin Lasagna ha parlato dell’inizio della nuova stagione sportiva e del campionato che attende la compagine allenata da Eusebio Di Francesco, senza dimenticare gli ultimi mesi agli ordini di Ivan Juric. Qui di seguito tutte le dichiarazioni rilasciate dall’attaccante gialloblù direttamente dal ritiro di Primiero.

Le dichiarazioni di Kevin Lasagna in conferenza stampa

Queste le parole di Kevin Lasagna in conferenza stampa: “È il primo anno dall’inizio: voglio cominciare meglio di come ho finito, fin qui ho segnato poco e voglio tornare a segnare molti gol sin dal girone d’andata. Problemi tattici con Juric? Col mister non c’è stato nessuno screzio, chiedeva cose che magari non erano esattamente nel mio DNA, come andare incontro alla palla e difenderla. Cercavo di smussare i miei limiti in allenamento, ma nelle mie corde c’è più l’attacco alla profondità.

Scambio Lasagna-Simeone? Ho parlato con il mio agente chiedendogli se era vera questa cosa. Gli ho detto subito che volevo restare qua, – riporta TMW -perché ero arrivato solo da sei mesi e volevo dimostrare a questa società di valere l’impegno profuso per acquistarmi.

Quanto mi manca il gol? Il gol per un attaccante è tutto, spero di tornare a segnare molto. Aver visto l’Europeo insieme ai miei compagni dà una carica incredibile, siamo tanti italiani qua, e in molti sono stati in Nazionale. Continuo a pensarci, ma so che devo segnare molto, passa tutto da lì.

Il calendario asimmetrico? Sarà una cosa particolare, non eravamo abituati. Pensando partita dopo partita per noi però cambierà poco.

Le indicazioni di Di Francesco? Chiede di attaccare di più gli spazi: cerca di imporre il suo gioco, proveremo fin dalle prime amichevoli a fare quello che lui chiede. Ci ha fatto un’ottima impressione, ha tanta voglia di insegnarci e ha un’idea di gioco precisa. È una cosa molto buona per noi, sappiamo cosa dovremo fare in partita.

Un voto al mio girone di ritorno? Cinque. Non è stato sufficiente, ho fatto pochi gol: ma già da quest’anno voglio tornare a segnare.

Differenze negli allenamenti? Gli allenamenti sono molto con la palla, e per adesso poche corse senza palla. L’intensità però è ancora alta.”

Leggi anche:

Calciomercato Verona, Laribi ceduto a titolo definitivo alla Reggina: Ufficiale