Napoli-Verona: la conferenza stampa di Juric pre partita (Serie A 2020-21)

HELLAS VERONA – Nel corso dell’ultima conferenza stampa pre partita della stagione, mister Ivan Juric ha avuto l’occasione di parlare anche di futuro, con la chiarezza che lo contraddistingue. Dalle ambizioni del Presidente Setti ai limiti economici di una società che può investire soltanto in seguito a cessioni di lusso.

Qui di seguito le dichiarazioni rilasciate da Ivan Juric alla vigilia di Napoli-Verona, 38a giornata della Serie A 2020-21: “Si chiude un campionato bellissimo, lo dico con tutta serenità. Mi sono trovato in situazioni di difficoltà che due o tre anni fa non sarei riuscito a gestire, invece siamo riusciti a restare lucidi, concentrandoci sulle cose concrete. È stato un anno di crescita, di consapevolezza, su come comportarsi in certe situazioni.

Il mio futuro? Ci siamo incontrati con il Presidente Setti, mi ha presentato la situazione. In questi giorni ci penserò, insieme alla mia famiglia, e prenderò una decisione. L’importante è che la situazione sia chiara e che gli obiettivi siano gli stessi per tutti. Ci siamo confrontati dopo tanto tempo l’altro giorno, ora ci penseremo tutti quanti. Prospettive? Se non vendiamo non c’è niente da fare, la situazione è questa.

La squadra che mi ha sorpreso di più? Per me l’Atalanta. Guardando anche il budget, le possibilità che hanno, riescono comunque ad essere superiori agli altri. Le nostre ultime uscite? Io vado controcorrente su certe cose: per me contro il Bologna abbiamo fatto una grande partita, superiore a tante altre vittorie. Lì ho visto le cose che volevo vedere, con la mancanza di certe situazioni che ti porta a non vincere le partite. La partita col Bologna è stato un esempio di crescita: all’andata fummo dominati, al ritorno abbiamo dominato noi. Poi è andata male e abbiamo pareggiato.

Bilancio stagionale? Siamo cresciuti, ma si sono scoperte mancanze di organico: ci è mancato quel pezzo importante per vincere le gare. Nella prima parte del campionato sono usciti altri valori, la volontà, il sacrificio, il dare tutto per la maglia. Nella seconda parte ho intravisto quello che vorrei che fossimo, anche se avremmo dovuto essere più decisivi e concreti”.

Leggi anche:

Napoli-Verona, l’Arbitro sarà Chiffi di Padova

Verona-Bologna 2-2: le dichiarazioni di Faraoni nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.