Napoli-Verona, tifosi dell’Hellas entrano all’intervallo: la nota del Sindaco Sboarina

NAPOLI-VERONA – Centinaia di chilometri percorsi, un biglietto di 40€ e ingresso posticipato… all’intervallo. È stato questo il triste “destino” dei tifosi dell’Hellas, che hanno potuto sostenere la loro squadra soltanto a partire dal minuto 46. Un trattamento poco ortodosso quello riservato ai 598 scaligeri giunti all’ombra del Vesuvio, da sempre rivali degli ultras partenopei.

A margine dell’episodio, ha emesso una nota ufficiale anche il Sindaco della città di Verona, Federico Sboarina, che si è espresso così: “Inaccettabile il trattamento che è stato riservato oggi ai tifosi veronesi a Napoli, – si legge – non ha spiegazioni. Non esiste in nessuna città che si impedisca a persone che hanno pagato regolare biglietto e fatto centinaia di chilometri di non entrare allo stadio. Comportamento inspiegabile di cui chiederò conto al prefetto di Napoli. Con quali ragioni si fermano i pullman privando le persone di un diritto sacrosanto e anche pagato non poco”.

E poi prosegue: Uno sgarbo inaudito ma anche sportivamente scorretto lasciare giocare una squadra senza i suoi sostenitori. Ho già parlato con il prefetto di Verona e domani chiameremo Napoli per sapere i motivi. Ricordo infatti che a parti invertite, a Verona non ci siamo mai sognati di fare niente di simile. Qui da noi i napoletani vengono ovviamente trattati come tutti gli altri tifosi, diversamente da quel che è successo ai veronesi nella loro città”.

Leggi anche:

Tifosi Hellas in ritardo al San Paolo: le parole di Setti dopo Napoli-Verona 2-0

Napoli-Verona 2-0: le dichiarazioni di Juric nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.