Palermo-Verona: la conferenza stampa di Grosso pre partita

A poco più di quarantotto ore dal posticipo di Palermo, l’allenatore dell’Hellas Verona Fabio Grosso ha presentato il match del “Renzo Barbera” in conferenza stampa.

Di seguito le principali dichiarazioni di mister Grosso dinanzi ai giornalisti presenti, in vista di Palermo-Verona.

“Abbiamo dimostrato che l’obiettivo è ancora alla nostra portata. Ma chi non prenderà il bottino pieno lunedì si allontanerà dai primi due posti. Siamo in grado di fare partite come quelle contro il Brescia e vogliamo ripeterci domani. Questa squadra ha ancora ampi margini di miglioramento. Non dobbiamo esaltarci quando arrivano risultati importanti o deprimerci quando le cose non vanno come vogliamo. L’impegno e la professionalità di questo gruppo non si discutono. Loro partiranno forte e noi dovremo partire ancora più forte. Vogliamo rosicchiare posizioni a chi ci precede, stando comunque attenti a chi ci sta dietro.

La mia esperienza a Palermo? Sarà un piacere per me tornare domani al Barbera, in una città in cui ho conosciuto persone che mi hanno dato tanto, ma domani penserò solo all’Hellas Verona. Vogliamo fare una grande prestazione al Barbera. Troveremo una squadra di valore con giocatori importanti, ma abbiamo le qualità per fare una partita importante contro i rosanero. Siamo in grado di fare gare come quelle contro il Brescia e vogliamo ripeterci domani.

Dubbi di formazione? Ho intenzione di riproporre quella che ha ben figurato contro il Brescia, ma non ho ancora deciso. Zaccagni? Dall’inizio del campionato è maturato tanto, un giocatore in grado di farci cambiare passo. Spero che abbia minuti nelle gambe perché in questo momento per noi è importante.”

Leggi anche:

Palermo-Verona, Dawidowicz: “Lotteremo fino alla fine per raggiungere i primi due posti”

Allenamento Verona 5 aprile 2019: il notiziario di oggi

Primavera Verona, il derby con il Venezia vale il terzo posto

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.