Precedenti Sassuolo-Verona: Statistiche e Curiosità (Serie A 2019-20)

PRECEDENTI SASSUOLO-VERONA – Uno dei match più interessanti della 28a giornata della Serie A TIM è sicuramente quello tra il Sassuolo di Roberto De Zerbi e l’Hellas Verona di Ivan Juric. Due squadre votate all’attacco che non si risparmieranno, nonostante i numerosi impegni ravvicinati. I gialloblù sono usciti sconfitti dallo scontro diretto conto il Napoli ma hanno ancora la possibilità di raggiungere un posto in Euopa League; gli emiliani, dal canto loro, stanno vivendo una stagione di alti e bassi, ma il 3-3 agguantato in rimonta a “San Siro” contro l’Inter ha galvanizzato l’ambiente neroverde.

Di seguito vi proponiamo precedenti, statistiche e curiosità di Sassuolo-Hellas Verona, in programma domenica 28 giugno alle ore 19.30 al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia.

Precedenti Sassuolo-Verona: Statistiche e Curiosità

Negli 8 precedenti giocati in Emilia tra Serie A, B, C e Coppa Italia, il Sassuolo è avanti nelle statistiche: 4 vittorie interne, 2 pareggi, e altrettanti successi dei gialoblù. L’ultimo Sassuolo-Verona risale al novembre del 2017, quando la squadra di Pecchia ottenne una delle poche soddisfazioni di quella nefasta stagione, sbancando il “Mapei Stadium” con un secco 2-0 grazie alle reti di Verde e Bruno Zuculini.

Il successo neroverde, invece, manca dalla stagione 2015-16: l’Hellas già retrocesso uscì sconfitto per 1-0 (rete di Lorenzo Pellegrini, ndr) dal “Mapei Stadium”. Quella vittoria risultò essere determinante per gli uomini allora allenati da Di Francesco, che ottennero un clamoroso piazzamento in Europa League al termine di quella stagione. L’ultimo segno X risale al 28 marzo 2013: al gol di Pavoletti rispose la rete di Hallfredsson.

Leggi anche: 

Sassuolo-Verona, l’Arbitro sarà Giua di Olbia (Serie A 2019-20)

Sassuolo-Verona: conferenza stampa Juric pre partita (Serie A 2019-20)

Sassuolo-Verona: chi gioca e chi non recupera (Serie A 2019-20)

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.