Spezia-Verona: conferenza stampa Grosso pre partita

A poco più di ventiquattro ore della trasferta di La Spezia, il tecnico dell’Hellas Verona Fabio Grosso ha presentato il match nella consueta conferenza stampa della vigilia.

Queste le sue principali dichiarazioni: “Per me è stata una settimana come tutte le altre. Abbiamo provato ad allenarci al meglio per affrontare una partita difficile con un avversario in salute che ha entusiasmo. Ci aspetta una gara difficile e ci siamo preparati al meglio per portare a casa quello che ultimamente ci è mancato. Sensazioni? Dobbiamo solo fare una prestazione importante, non abbiamo nessun obbligo di vincere ma solamente di mettere dentro una prestazione di livello. E abbiamo le qualità per poterlo fare. Andremo a La Spezia con fiducia e con grande coraggio“.

Continua Grosso: “Sono stati contattati altri tecnici? Quello che succede fuori mi interessa poco. A me importa quello che succede in spogliatoio e in campo. Questo è un gruppo che sta dando tanto e a cui non posso rimproverare niente, tranne le partite di Brescia e Padova. Io ho il mio modo di vedere il calcio e non mi condizionano i risultati nel mio modo di vedere il calcio, sebbene sappia che il mio lavoro è legato proprio ai risultati. Sono convinto in quello che facciamo e che oltre alle prestazioni si possano ottenere anche i punti. Ti senti delegittimato dalla società? Assolutamente no“.

Battute conclusive sulla squadra: “Matos, Munari, Danzi, Kumbulla, Tozzo, Ragusa e Crescenzi non saranno a disposizione, tutti gli altri ci saranno. Lo sfogo di D’Amico? Ognuno si prende le responsabilità delle proprie azioni, ma devo sottolineare il grande lavoro fatto dal direttore in questi masi dato che è stato capace di portare a Verona giocatori di qualità, ha saputo rinnovare una squadra che arrivava da un momento difficilissimo e credo anche che questa squadra stia pagando delle conseguenze di azioni che non sono state fatte da noi. Il mio rapporto con lui non cambierà per quello che è successo o per quello che succederà. La squadra saprà reggere alla pressione di domani? Domani troveremo risposta a questa domanda, certamente anche voi (stampa, ndr) non ci avete dato una mano“.

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.