Verona-Foggia: conferenza stampa Aglietti pre partita

Alla vigilia di Hellas Verona-Foggia, il tecnico dei gialloblu Alfredo Aglietti ha presentato il delicatissimo match del “Bentegodi” in conferenza stampa.

Queste le principali dichiarazioni del tecnico degli scaligeri: “La partita di Cittadella ha sicuramente lasciato qualche scoria, abbiamo lavorato sulla testa dei ragazzi. C’era un pò di scoramento ma ho cercato di far capire ai ragazzi che con una vittoria domani entreremo nei play-off. Abbiamo fatto una buona settimana, provando anche qualcosa di nuovo. Manca un giorno e mi porto dietro qualche dubbio sugli acciaccati. Domani conterà molto chi subentrerà“.

Continua Aglietti: “Palle inattive? Abbiamo lavorato molto. Questa squadra ha subito 21 gol su palla inattiva, sono troppi. Mancano un pò di cattiveria e determinazione. La squadra è forte, ma se ci troviamo in questa posizione di classifica significa che la qualità da sola non basta. Abbiamo ancora un’opportunità e dovremo giocarcela al meglio. Più delle parole contano i fatti. Domani ci giochiamo un campionato, io cerco di motivare i ragazzi per metterli nelle migliori condizioni, ma poi in campo ci vanno loro. Domani sarà una partita da cuori forti, sia noi che loro ci giochiamo tanti. Saranno tante partite in una“.

Su Pazzini: “Giampaolo ha accusato un fastidio in allenamento e si è fermato. Ci sono ancora ventiquattro ore per valutare al meglio. I tifosi? Ho letto il comunicato della Curva Sud e mi ha fatto molto piacere. I tifosi saranno sempre con la squadra. Toccherà a noi ripagare la loro fiducia. Un orecchio agli altri campi? Non dobbiamo fare assolutamente quest’errore. Dobbiamo rimanere concentrati sulla nostra gara, faremo di tutto per vincere. Modulo? Abbiamo provato qualcosa di nuovo e qualcosa di vecchio, con degli accorgimenti. Ci sarà qualche punto di rottura con il passato ma non troppo“.

Leggi anche:

Verona-Foggia: il comunicato della Curva Sud

Hellas Verona: il report dell’allenamento del 9 maggio 2019

Verona-Foggia: la conferenza stampa di Grassadonia pre partita

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.