Verona-Roma: conferenza stampa Juric pre partita (Serie A 2020-21)

VERONA-ROMA – Tutto pronto per la prima giornata della Serie A 2020-21. Nel secondo dei due anticipi del sabato, a scendere in campo saranno Hellas Verona e Roma, impegnate alle ore 20.45 allo “Stadio Bentegodi”. Conferenza stampa di vigilia per mister Ivan Juric, che ha parlato dell’attuale condizione dei suoi ragazzi, di mercato e della squadra allenata da Paulo Fonseca.

Le dichiarazioni di Juric alla vigilia di Verona-Roma

“Situazione difficile, non so chi far giocare domani – ha annunciato Juric, non nascondendo la sua amarezza -. Il fatto che partissimo come ultimi tra gli ultimi era stata la nostra forza la stagione scorsa. Quest’anno è diverso, da una parte ci saranno più difficoltà, dall’altra ci siamo permessi qualche titolo definitivo in più. È rimasto poco dello scorso anno.

Deluso dal mercato? Non sono né arrabbiato né deluso, capisco le difficoltà. Penso che la società abbia lavorato tanto, ma abbiamo trovato situazioni che sono andate come non volevamo che andassero. Sono preoccupato per domani, per l’Udinese, per Parma, perché chi è arrivato è lontano da una forma accettabile. Abbiamo solo quattro o cinque giocatori con una forma accettabile. Abbiamo messo cose buone, ma ci manca qualcosa per concludere, e qualcuno deve uscire.

Le mie richieste? Spero vengano soddisfatte, altrimenti è alla fine. Se fai un mercato in uscita di un certo tipo devi fare un mercato in entrata all’altezza. I giocatori li sceglie D’Amico in base alle caratteristiche, poi ovviamente dobbiamo essere tutti d’accordo. Dall’inizio sapevamo dove dovevamo migliorare. Altrimenti rimani come prima, con giocatori che sanno quello che devono fare, ma senza miglioramenti.

Il ritorno di Pessina? È fattibile, il problema è che è infortunato. Ci vuole tempo, ma siamo molto attaccati a lui, a livello umano e come calciatore. Ha il nostro spirito, e vogliamo che torni. E anche lui vuole tornare a tutti i costi.

Zaccagni? Ha fatto una settimana, è un ragazzo che ha bisogno di tanto lavoro. Quando trova continuità diventa importante. Può giocare per uno spezzone, ma non è in condizione per fare tutta la gara. Benassi? Ha avuto un infortunio alla fine dello scorso anno, ma secondo il nostro medico ha bisogno di un inserimento soft. Empereur? Tra quelli che è cresciuto di più, domani giocherà.

Dawidowicz? Non riesce a recuperare bene, ha avuto un infortunio stranissimo. Gunter solitamente ha bisogno di più tempo. Magnani ha cambiato modo di lavorare, e per Lazovic è un infortunio che si è procurato in nazionale.

Cosa manca a questa squadra? Sulle fasce siamo a posto. L’attacco è completamente scoperto, sono andati via in tanti. In mezzo siamo abbastanza a posto, e dietro sono preoccupato, perché Dawidowicz ad esempio non riesce a riprendere bene e non mi dà tempo di far crescere i nuovi”.

Leggi anche:

Precedenti Verona-Roma: Statistiche e Curiosità (Serie A 2020-21)

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.