Verona-Salernitana, Vitale: “Domani vogliamo vincere”

In casa Verona, un altro acquisto importante del mercato di gennaio è stato, senza ombra di dubbio, Luigi Vitale. Acquistato dalla Salernitana, Vitale si è inserito fin da subito nel gruppo gialloblu, dimostrando di essere uno dei migliori esterni sinistri difensivi della cadetteria.

Nell’anticipo di domani Vitale affronterà il suo recente passato, ovvero la Salernitana. Intercettato dai microfoni de L’Arena, l’ex difensore cresciuto nelle giovanili del Napoli ha raccontato le sue sensazioni alla vigilia: “La Salernitana è un capitolo bello, ma chiuso. Domani vogliamo vincere. Se mi manca il gol? Non è compito mio. A tutti piace segnare, ma l’importante è che segnino Di Carmine, Pazzini o Tupta. Insomma compagni molto bravi e pronti a farlo”.

Continua Vitale: “Sono stato bene ovunque, anche a Terni ad esempio ma non mi piace guardare al passato. Guardo al futuro e quando mi si è presentata l’occasione del Verona, non potevo dire di no. Dobbiamo giocare bene e dare tutto. Così arriveranno anche le vittorie come è successo a domenica scorsa. Grosso? Il mister è votato all’attacco, ci aiuta in ogni momento. Era in discussione ma se fosse giunto l’esonero sarebbe stata una sconfitta di noi calciatori”.

Battute conclusive: “Nella gara di andata la Salernitana fu fortunata, l’Hellas giocò e noi con un colpo di testa, vincemmo l’incontro. Ci fu molta tensione ma noi ci fronteggiammo soprattutto a centrocampo. Quale Salernitana troveremo domani? La solita. Loro sono una squadra fisica, dovremo essere bravi e veloci nella lettura delle situazioni. E poi per noi c’è un’unica strada. Quella di vincere perché il nostro obiettivo deve essere la promozione in Serie A. La Serie B è campionato tosto, però qui c’è tutto per raggiungere il traguardo”.

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.