Voti Genoa-Verona 2-2: le Pagelle dei Gialloblù (Serie A 2020-21)

PAGELLE GENOA-VERONA 2-2 – I voti e i giudizi che hanno meritato i giocatori di Ivan Juric al termine di Genoa-Verona.

Le pagelle del Verona

SILVESTRI 5,5: mai impegnato nella prima frazione di gioco, incolpevole in occasione del pareggio di Shomurodov, forse qualcosa in più poteva farla in occasione del gol di Badelj. Sbriga agevolmente l’ordinaria amministrazione.

MAGNANI 6,5: dalle sue parti si aggira Pjaca che viene completamente annullato dall’ex centrale di Brescia e Sassuolo. Partita di grande sostanza e concentrazione per tutti i 90 minuti.

GUNTER 6: se la cava con mestiere ed esperienza su Destro, va un pò più in difficoltà con la fisicità di Scamacca ma regge fino alla fine. Dopo i numerosi infortuni sta trovando continuità di prestazioni.

LOVATO 6: il Verona è talmente messo bene in campo che il Genoa non riesce a creare nulla se non nell’ultima parte del primo tempo. Partita attenta e precesa, con qualche errore in impostazione. Lascia il posto a Cetin ad inizio ripresa.

FARAONI 7: primo, pesantissimo, gol stagionale. Partita di ottimo livello, tenendo sempre basso Czyborra prima e Pellgrini poi. Esce stremato a metà ripresa.

TAMEZE 6: inizia bene con grande aggredendo alto il Genoa, ma nel finale la sua esperienza e la sua leadership vengono meno a causa dei crampi che lo costringono alla sostituzione. La sua uscita dal campo è decisiva per permettere al Genoa di pareggiare.

ILIC 7: dopo l’Inter, timbra il cartellino anche contro il Genoa con un gol di pregevole fattura. Grande prestazione di qualità e quantità, crescita a vista d’occhio.

LAZOVIC 6: dopo un ottimo primo tempo affievolisce la sua spinta nella ripresa.

BARAK 7: momento magico. L’azione personale che da l’avvio al vantaggio di Ilic è da vedere e rivedere.

LASAGNA 5: incredibile il gol sbagliato pochi istanti dopo il vantaggio di Ilic, ma ancor più del clamoroso quello fallito ad inizio ripresa che avrebbe riportato avanti l’Hellas dopo il pareggio di Shomurodov. Errori pesanti che costano due punti ai gialloblù.

CETIN 5: dopo la buona prova contro il Parma ci si aspettava la riconferma, ed invece Juric gli preferisce Magnani. Entra ad inizio ripresa e dopo pochi istanti commette un errore clamoroso favorendo il pareggio di Shomurodov.

VIEIRA 6: riassapora il campo dopo più di tre mesi, da fisicità al centrocampo del Verona.

BESSA S.V.

VELOSO S.V.

STURARO S.V.

Leggi anche: 

Genoa-Verona 2-2: Tabellino e Risultato Finale (Serie A 2020-21)

Laureato in Comunicazione all'Università degli Studi di Padova, da sempre tifoso dell'Hellas Verona grazie alla passione trasmessa dal padre. Amante del calcio, della politica e della storia, con l'ambizione di poter vivere scrivendo.